giovedì, luglio 31, 2003

Il profumo di Suskind di Lisbona

Lisbona puzza. Non chiedetemi perché, saranno le fogne poco profonde o la presenza di un fiume cos? grande, o qualche altro motivo che non riesco ad immaginare, ma Lisbona puzza. E' un odore dolciastro, come di un formaggio molle, poco stagionato, o di una mozzarella andata a male, e si sente insistentemente ovunque, per strada, nella metropolitana, in casa, nei locali, ovunque voi andiate non riuscirete a liberarvene. Ma dove si sente in maniera insopportabile è sull' autobus zozzo che porta da pragal a unl: la prima volta non riuscivo a respirare per la puzza. E allora mi viene in mente che ogni popolo possa avere come tratto somatico distintivo insieme all'altezza, al colore della pelle, dei capelli e alla corporatura anche un proprio odore, e che questa puzza altro non sia che la puzza dei corpi dei lisboeti. Chissà com'è la puzza di un italiano per un lisboeta.Per? è strano che non si senta di più dove ci sono molte persone, come al barrio alto la sera, e forse mi sto inventando una teoria folle e pure un po' razzista. Bho.