martedì, dicembre 02, 2003

Ma io mi chiedo: forse che i lavoratori del settore dei trasporti sono gli unici che hanno problemi di sfruttamento? Direi di no. E ancora: ma i lavoratori dell ENEL, dell' ACEA, della Telecom, della Wind, di Omnitel, di Italgas, i tecnici audio e video delle radio e delle televisioni, i medici del pronto soccorso, tutti questi non hanno nessun problema contrattuale e retributivo? E' tutto rosa e fiori per loro? Direi di no. E allora qualcuno mi sa spiegare perché non succede mai che manca l'acqua, l'energia elettrica, il segnale telefonico, il campo dei cellulari, le trasmissioni televisive e radiofoniche, l'assistenza nel pronto soccorso, perché non c'è mai una interruzione di questi servizi ed invece QUESTI CAZZO DI LAVORATORI DEI TRASPORTI SI POSSONO PERMETTERE DI METTERE IN GINOCCHIO UNA CITTA'? Ma che i cazzi ce l'hanno solo loro? Perché è permesso solo a loro di ROMPERE I COGLIONI ad una città intera? Oggi Roma era un inferno: se qualcuno si è sentito male ed è dovuto correre all'ospedale probabilmente ci ha lasciato la pelle. A me tutto ciò sembra incivile, possibile che non esista un altro modo per scioperare?